Dettaglio

CAMPER - TOUR di PASQUA
2 - 6 Aprile 2010
Ferrara e Valli di Ostellato

programma:

Venerdì 2 partenze e ritrovo equipaggi nell'area di sosta di Ferrara (via Darsena, fuori le mura a sud).
Sabato 3 visita di Ferrara: Castello Estense, Duomo, Palazzo del Comune, Chiesa di San Giorgio, via delle Volte e giro in bici sopra le mura. Spostamento all'area camper nelle Valli di Ostellato presso il "Villaggio Natura".
Domenica 4 giornata libera nell'Oasi naturalistica con possibilità di: pesca, camminate, giri in bici, barca, cavallo, auto elettriche e trenino. I cani sono ammessi al guinzaglio.
Lunedì 5 Pasquetta tutti insieme, saluti e rientro.
Martedì 6 Proseguimento, per chi può, del Tour a piacere nel Delta del Po.
Note informative
Ferrara, città d'arte e di cultura, interamente circondata da mura, è stata nominata dall'Unesco Patrimonio dell''Umanità. Spicca il Castello degli Estensi al centro della città, ancora circondato da un fossato inondato unico in Europa, la Cattedrale, Palazzo dei Diamanti, Palazzo Municipale, Chiesa di San Giorgio prima Cattedrale della città, ecc.
Valli di Ostellato, a metà strada tra Ferrara e Comacchio, si trova una zona umida composta da laghi e canali di straordinaria importanza naturalistica. Il Villaggio Natura Valli di Ostellato è una "Oasi di protezione Faunistica" e offre al turista numerose attività per godere e scoprire la natura di questa regione. All'interno dell'Oasi, estesa per circa 300 ettari, è possibile trovare oltre 20 km di percorsi naturalistici, percorribili a piedi, a cavallo, in bicicletta, in trenino o noleggiando ecologiche macchine elettriche. L'oasi è inoltre godibile anche via acqua, attraverso gli oltre 40 km di percorsi fluviali, noleggiando in loco una canoa. Nel corso della visita all'oasi potrete osservare numerose specie di animali tra cui segnaliamo la Cicogna Bianca e il Cervo delle Dune. Per gli amanti, sono presenti dieci osservatori per birwatching da cui si possono vedere più di 150 specie di uccelli. Altre attrattive offerte dal Villaggio Natura sono: il Parco comunale di scultura contemporanea, l'osservatorio astronomico, un parco giochi, una piscina olimpionica e una vasca per bambini (solo estive), un ristorante agrituristico, un bar e una bottega di prodotti tipici e artigianato locale.
----------------------------------------------------------------------
Resoconto Tour 2010: Ferrara, Valli di Ostellato, Comacchio
Equipaggi partecipanti n° 14.
Ferrara: la sosta è nell'enorme e gratis P. di via Darsena, vicino A.A. camper, nella zona sud-ovest accanto alle mura, insieme a tanti altri camper. Ferrara è una bella città murata. Al centro il magnifico Castello Estense è circondato da un enorme fossato pieno d'acqua, unico in Europa e dal cortile interno, con due pozzi, parte la visita al Castello (per gruppi € 6 + 1 per la Torre), peccato che sia completamente spoglio sia di mobilio che di affreschi, solo i soffitti sono ancora riccamente decorati, a ricordo degli splendori della Corte Estense. Splendida e sontuosa la facciata del Duomo, bello il Palazzo del Comune, la Palazzina di Marfisa d'Este (€ 3), Casa Romei con pregievole cortile, il Palazzo dei Diamanti (pinacoteca € 8), ecc., ecc. In bici piacevole il giro fuori le mura a sud con vedute sui baluardi e sopra il terrapieno delle mura ad est e nord, con vedute sulla città, sul parco urbano e sulle campagne. Valli di Ostellato: a metà strada tra Ferrara e Comacchio, il Villaggio Natura ha un'A.A. camper su autobloccanti accanto al ristorante (€10 + 2 per attacco luce, compreso l'ingresso alle Valli) o la possibilità di sostare all'interno, tutto attorno al lago su sterrato e prato: ideale per i pescatori. La maggior parte del nostro gruppo, vista la stradina un po' fangosa e il tempo incerto, ha preferito tornare all' A.A., comoda e senza problemi. Le Valli di Ostellato sono una zona umida di grande importanza naturalistica, composta da laghi, stagni, canali e poi percorsi a piedi su passerelle o in bici al recinto dei cervi o fino a Valle San Zagno la più lontana e tranquilla. Vi è anche la possibilità di muoversi con macchine elettriche o a cavallo e c'è pure una piscina estiva. Di giorno ci siamo mossi sia a piedi che in bici a scoprire la zona e vedere tanti pescatori, che come Dilvo, pescano giorno e notte e con ogni tempo. La sera, sotto la pioggia, ci siamo riuniti tutti al ristorante a mangiare l'anguilla e non solo. Comacchio: a Pasquetta, causa il brutto tempo, abbiamo abbandonato le Valli di Ostellato per visitare la pittoresca cittadina di Comacchio. Un ampio P. camper vicino alla Coop ed allo stupendo ponte "Trepponti" ci introduce a questo borgo sull'acqua con le sue Valli, canali, ponti, palazzi. Interessante la visita alla "Manifattura dei Marinati" museo dell'anguilla, dalla cattura al trasporto in barche-vivaio, alla preparazione, cottura nella Sala dei Fuochi e marinatura: una videoproiezione originale anni 40 racconta poi tutto il ciclo della lavorazione. Ora in una parte più moderna si continua ancora la preparazione dell'anguilla marinata.
Post-raduno: equipaggi N° 5
Ci spostiamo ai "Casoni Foce" case da pesca di acquarelle e anguille, con vista di moltissimi uccelli di palude: garzette, aironi, cormorani, germani, ecc. e i fenicotteri rosa. Poi giro delle Valli di Comacchio, grande lago-stagno e proseguimento per l'Abbazia di Pomposa con posteggi enormi, bar, bancarelle, servizi. L'Abbazia di Pomposa è uno dei più importanti edifici romanici e conobbe periodi di grande splendore ed anche importanza civile nel Palazzo della Ragione. Visitiamo il refettorio, l'aula capitolare, il museo pomposiano e la chiesa semplice ma ricca di affreschi alle pareti e mosaici al pavimento; all'esterno si staglia un elegante campanile. Proseguiamo per il Bosco della Mesola e dal P. escursione guidata in bici a vedere i cervi. Visita esterna del Castello Estense di Mesola e giro in camper nel vero Delta del Po, con attraversamento del Po di Goro e Gnocca e giro attorno alla Sacca di Scardovari, con vista di tantissimi capanni da pesca e le grandi coltivazioni di cozze e vongole: molto suggestivo specie al tramonto. P. notte alla Barricata, con porto turistico e ristoranti. Il giro continua con l'attraversamento del Po di Venezia e, per una strada piccolissima, si costeggia il Po di Maistra, che, dopo la grande opera di deviazione del corso principale, è diventato di minima portata e molto naturalistico. Continuiamo ad avventurarci tra le Valli, con acqua sia a destra che a sinistra, buoni percorsi anche in bici, fino a Rosolina. L'ultima tappa è Chioggia: P. vicino al cimitero (€ 0,60 all'ora, notte gratis, con bus per il centro compreso per 4 persone); poi scopriremo che c'è un altro P. al 2° ponte di Chioggia, dove vediamo moltissimi camper. Chioggia è considerata " la piccola Venezia" con canali e ponti, palazzi e chiese. La sera ci salutiamo con una buona cena al ristorante ed al mattino facciamo ancora una capatina al grande mercato coperto del pesce, dove ne facciamo grande provvista.