Dettaglio

CAMPER-TOUR 2007
27 APRILE  -  1° MAGGIO
Francia: Grand Canyon du Verdon
Venerdì  27 Aprile
Monginevro m. 1850 slm.: ritrovo equipaggi partecipanti e pernottamento. (Km. 130. )
Sabato  28  Aprile
Monginevro, Briançon: visita alla cittadella fortificata, lago di Serre-Ponçon: sosta pranzo, Digne, Castellane: visita del borgo e panorama dal Santuario Notre-Dame-du-Roc (1/2 ora), pernottamento in AA. in riva al Verdon (€5). (Ritrovo con gli equipaggi provenienti dal Col di Tenda o Savona). (Km. 208.)
Domenica  29  Aprile
Castellane, Trigance, Gole del Verdon lato sinistroCorniche Sublime”: Balcon de la Mescla, Pont de l’Artuby: alto m.180, patria del bunjee jumping (lancio nel vuoto con corda elastica €10), Tunnel du Fayet, Falaise des Cavaliers: veduta da capogiro dalla terrazza del ristorante, Estellier, Cirque de Vaumale e Col d’Illoire: panorami sul fiume e sul lago di St. Croix, Lac de St. Croix: sosta in riva al lago per pranzo.
Risalita del Verdon: pomeriggio possibilità di affitto canoe, pedalò, barche elettriche per risalire il fiume per 2 Km.; ottima la veduta dal Pont de Galetas.
Moustier St’Marie: borgo medioevale provenzale con botteghe di profumi, saponi, porcellane e vasi, e nel punto più alto la cappella di Notre Dame de Beauvoir. Pernottamento. (Km. 70.)
Lunedì 30 Aprile
Moustier St’Marie, Gole del Verdon lato destro: Col d’Ayen, La Palud, Route des Cretes: giro di 20 Km., in senso orario, con grandiosi panorami e strapiombi di oltre 700 m., con sosta pranzo vicino allo Chalet de la Maline.
Camminata lungo il Verdon: pomeriggio possibilità di percorrere il Sentier Martel lungo 15 Km. durata 3 ore circa; La Palud, Point Sublime: sosta panoramica e, a fondo strada,  punto d’arrivo della camminata,  Castellane: pernottamento in AA. (Km. 68.)
Martedì 1 Maggio
Castellane, Digne, Lago Serre-Ponçon, e rientro o dal colle del Monginevro. (Km. 338.)
o dal colle della Maddalena m. 1991 slm., Vinadio. (Km. 385.)
Pre e post tour:
Venerdì 27 passeggiata al Gran Bosco di Salbertrand, con visita al borgo.
Martedì 1 maggio pernottamento a Bagni di Vinadio.
Mercoledì 2 maggio giornata al Centro Benessere delle Terme di Vinadio (sconto 10%), ingresso alla piscina termale, cascata, sauna, palestra, zona pic-nic € 10 (anziché 15).
Note informative e organizzative
- Il giro del Grand Canyon du Verdon, con strapiombi che raggiungono i 715 m., offre panorami stupendi sulle gole e sul lago di S. Croix, ed è secondo solo al Gran Canyon (Arizona USA).
- Portare CB, macchina fotografica, ev. binocolo ed un vestiario adatto al periodo ed all’altezza (m. 600-1200 e 1850 slm. del Colle del Monginevro).
- Camminata nel sentiero Martel: scarponcini, kway, 1 torcia elettrica a testa per gallerie, occhiali da sole e cappello, acqua e viveri. Gita in canoa: abbigliamento impermeabile o comunque adeguato al clima.
Il programma descrive un percorso che potrà, in base agli equipaggi partecipanti, subire modifiche.
Non vi sono spese di iscrizione; gli interessati al tour, sono pregati di dare conferma di partecipazione e di trovarsi giovedì 26 aprile alle ore 21 in sede, per conoscere il gruppo e definire visite ed escursioni.
Sede: c/o Cottone Walter, via Madonnina 1,  10090 San Giusto Can.
         Tel. 012435312  cell. 3476905385
Il “Raduno Sociale di primavera” si terrà dal 2 al 3 giugno.
Il programma sarà inviato successivamente.
Sapevate che….
Il Codice della strada, dispone che nelle autostrade a 3 o più corsie, salvo diversa segnalazione, è vietato ai conducenti di veicoli o complessi veicolari (roulotte) di lunghezza superiore ai 7 metri, impegnare altre corsie all’infuori delle due più vicine al bordo destro della carreggiata. Multe da 71,00 a 286,00 €.
Tutti i veicoli fino a 35 q. sono obbligati ad effettuare annualmente il controllo gas di scarico (Bollino Blu)
La Regione Piemonte ha stabilito che per i veicoli di età superiore a dieci anni, il Bollino Blu ha la validità di soli sei mesi.
Dal provvedimento di limitazione alla circolazione dei veicoli  Euro 0 benzina ed Euro 0 e 1 diesel, la Giunta Regionale Piemontese ha escluso gli Autocaravan.
Attenzione al peso massimo consentito a pieno carico (scritto sul libretto di circolazione), specie per chi si reca in Austria e Svizzera, pena anche il sequestro del mezzo!!!.
Resoconto del Tour
Equipaggi partecipanti n° 22
VENERDI sera ritrovo al Colle del MONGINEVRO nell’A.A. a dx prima del paese € 9 per 24 ore, € 5 per 12 ore, compresa la corrente elettrica. Gli altri P. sono piccoli ed hanno le sbarre anti-camper. Fa freddo ed in paese, sia i bar che i negozi sono tutti chiusi.
Ci ritroviamo per la notte in 11 equipaggi.
SABATO ore 9 partenza per BRIANCON: P. € 1 all’ora; 1 ora di visita della cittadina fortificata con le porte, il ponte elevatoio, il fossato, la strada principale lastricata e con scolo centrale, i negozi ancora addormentati e lo strapiombo finale.      Km 10
Qui si aggiungono altri 6 equipaggi attesi, dividiamo i partecipanti in due gruppi distanziati di un quarto d’ora, per evitare una lunga colonna di camper ed agevolare il sorpasso, ed alle 10,30 c’è la prima partenza per il lago di SERRE-PONCON.
Si posteggia per pranzo sul lago a 1 Km prima di Savines-le-Lac, con posti su asfalto, sotto gli alberi o in spiaggia; tutti noi andiamo a posteggiare sotto gli alberi, per una stradina sterrata e a buche, che ha poi creato qualche difficoltà nell’uscire, comunque il posto è spartano, ma bello.   Km 55
Ore 15 partenza per CASTELLANE, passando per Sisteron e Digne, tutti in un’unica colonna, purtroppo, poco prima della destinazione, essendo la strada stretta e a curve abbiamo avuto i rimbrotti di un automobilista arrabbiato. Una parte ha sostato nell’A.A. a sn, prima del ponte sul Verdon, uscendo verso Grasse, a € 5; gli altri nel P. piscine, tollerato poiché l’A.A. è piena, a dx dopo tale ponte, comunque a vista degli altri.   Km 180
Poi visita di CASTELLANE e salita di ½ ora, di soli 6 partecipanti, al Santuario del Roc, per ampio panorama sul borgo.
In serata preparazione e divisione dei camperisti in 4 gruppi, per il percorso dell’indomani lungo il lato sinistro del Gran Canyon del Verdon, opinioni varie, chiacchiere e arrivo nella notte degli ultimi equipaggi.
DOMENICA ore 8, 45 - 9 - 9,15 - 9,30  partenza dei gruppi, via Trigance, per la CORNICHE SUBLIME, con tappa al Balcon de la Mescla, al Pont de L’Artuby, al Tunnel du Fayet, alle Falaise des Cavaliers con panorama dalla terrazza del ristorante, e al Cirque de Vaumale, poi discesa al lago ST.CROIX, in ampio spiazzo sterrato e alberato, vicino al ponte sul Verdon, dove affittano canoe, barche elettriche, pedalò, ecc. e pranzo.
Il 2° gruppo “I ribelli” lo davamo per disperso, poiché, causa un frigorifero in tilt e poi una tappa straordinaria per merenda in compagnia, sono arrivati per ultimi.   Km 65
Ore 14 solo in 5 partecipanti, altri avrebbero voluto, ma senza prenotazione non c’erano più imbarcazioni, abbiamo risalito il VERDON per 2 Km in canoa, due ore e mezza a/r; altri dal ponte Galetas, 5 minuti a piedi, hanno apprezzato la bella veduta panoramica della risalita delle barche ed altri ancora hanno giocato a bocce tutto il pomeriggio.
Dalle ore 16 alle 18 partenze per MOUSTIER ST’ MARIE e sosta all’A.A. a pagamento, ai piedi del paese e passeggiata per il bel borgo provenzale, arroccato e turistico, con tanti negozietti di ceramiche, profumi, abbigliamento, souvenir, bar, ristoranti; alcuni salita alle grotte e alla chiesetta di Notre Dame de Beauvoir.         Cena, programmi per l’indomani e pernottamento.   Km 7
LUNEDI ore 9 il gruppo si è diviso: un equipaggio ha preso la via per la Spagna, altri otto direzione mare Grasse, Cannes e campeggio a Ventimiglia, altri due rientro via Col di Tenda. I restanti undici, suddivisi in 2 gruppi hanno percorso, come da programma, il lato destro del Gran Canyon del Verdon: nel primo tratto, ottimi panorami sul lago e sul fiume, poi su per il Col d’Ayen, con campi di lavanda. Tappa all’ufficio turistico di La Palud, per avere la cartina dettagliata dell’anello di 20 Km della ROUTES DES CRETES, costruita apposta per ammirare le Gole. Appena dopo il paese si svolta a destra ed inizia un susseguirsi di ottimi punti panoramici, uno più spettacolare dell’altro, e noi ci fermiamo ovunque è possibile: ci sono balconate a picco, scalatori sotto di noi, e la sorpresa maggiore è data dal volo maestoso, appena sopra le nostre teste, di 4 o 5 avvoltoi col collo e testa bianchi: le macchine fotografiche impazzivano. La strada continua per un pezzo a senso unico, sorpassiamo lo Chalet de la Maline, dove non c’è posto per fermarsi se non nella strada, intravediamo il sentiero che scende in 1 ora al Verdon, ammiriamo ancora altri punti panoramici e arriviamo a La Palud. Proseguiamo per il POINT SUBLIME, posteggiamo fuori posto vicino al ristorante e facciamo i quattro passi per vedere dall’alto il Verdon e il posteggio Coloir Samson, dove inizia il sentiero Martel, che andremo a percorrere; vediamo anche una radura privata tra gli alberi, in cui ci si può fermare e sarà lì che andremo a pranzare. Al Point Sublime un equipaggio prosegue per Castellane, e scopriamo che del secondo gruppo è rimasto un equipaggio solo, gli altri hanno saltato la Routes de Cretes (se ne pentiranno) e proseguito per il lago di Serre-Poncon.  Km 50
Ore 14,30,  siamo rimasti in 6 equipaggi, ci prepariamo con scarponi e torce elettriche, per la camminata lungo il SENTIER MARTEL. Scendiamo su un ponticello, attraversiamo le tre gallerie, buie e con pozze d’acqua, camminiamo tra il bosco e ammiriamo il corso del fiume, dà anche qualche goccia di pioggia, e dopo un’ora e mezza facciamo una merendola  e torniamo indietro. Al camper ci riposiamo un po’, ci rifocilliamo e partiamo tutti per Castellane, dove sostiamo nell’A.A. vista in precedenza e dove ritroviamo l’equipaggio, che ci ha preceduti.  Km 18
MARTEDI mattino, dopo i dovuti saluti,  partiamo tutti per far ritorno verso l’Italia, ognuno per una strada diversa. Noi per il post-tour abbiamo appuntamento per la notte alle terme di Bagni di Vinadio con Ines, ma con tutto il giorno a disposizione andiamo ad ammirare le Gorges du Cians e poi verso Isola 2000 avremmo voluto scendere direttamente a Vinadio dal colle della Lombarda, peccato che fosse ancora chiuso, così abbiamo fatto avanti e indietro, su e giù per il Parco del Mercantour, sotto la pioggia e per una strada sempre più piccola e accidentata. Alle ore 20 finalmente arriviamo al colle della Maddalena e dopo cena scendiamo a Bagni di Vinadio, dove troviamo Ines ad attenderci, nell’A.A. vicino alle terme.
MERCOLEDI mattina dedicata ai bagni termali € 15 (sconto 10%): due piscine una interna e l’altra esterna, la cascatella, le grotte ed al pomeriggio via verso casa.
Concludendo si può affermare che è stato un ottimo tour, in cui si è apprezzato l’unione di gruppo, la libertà individuale l’organizzazione.