Dettaglio

PRAROSTINO “Festa dell’Uva 2007”
Raduno sociale 6 – 7 ottobre

Programma:
Sabato 6 Ottobre:
Mattinata – Arrivo e sistemazione equipaggi presso l’area di sosta attrezzata.
Ore  14 – Possibilità di assistere a tornei di bocce e calcetto
Ore 15 – Inaugurazione mostra fotografica “La Trebbiatura, le Macchine, gli Uomini e il Lavoro” presso la Sala Consigliare.
Ore  16 – Visita guidata al Museo della Viticoltura e Taverna dei Balestrieri. Passeggiata sino al Cippo dei Martiri del Bric.
Ore 21 – Serata danzante presso la pista coperta con Massimo & Michael (ingresso libero)
Ore  .. – Buona notte dal Club con vin brulè e tisana.
Domenica 7 Ottobre:
Mattinata – Mercatino delle “Pulci”, esposizione hobbistica, esposizione e vendita prodotti naturali, biologici e agricoli, esposizione auto, moto, bici e macchine agricole, degustazione e vendita vino “Concaverde”, computer e software con la partecipazione dello SliP, parco divertimenti bambini.
Ore 10 – Gimcana dell’uva: gara in “MTB"; inaugurazione Elisuperficie con possibilità di voli turistici in elicottero.
Ore 12 - Aperitivo offerto dal “Club” con la partecipazione delle autorità locali.
Ore 14,30 – Sfilata di carri allegorici e degustazione di goffri, caldarroste e vin brulè.
Quota di partecipazione al raduno (rimborso spese)  € 10 per equipaggio.
Per problemi organizzativi è gradita conferma di partecipazione al raduno, entro giovedì 4 ottobre, telefonando a Walter  012435312 – 3476905385.
Il raduno si svolge con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, dell’ A.I.B. e della Pro Loco di Prarostino.
Note informative
Il comune di Prarostino sorge in splendida posizione collinare a 7 Km. da Pinerolo (TO), alla confluenza delle valli Chisone e Pellice.
Per raggiungere Prarostino: dalla tangenziale di Torino prendere l’autostrada per Pinerolo; alla sua circonvallazione uscire per San Secondo e seguire le indicazioni per Prarostino.
Area di sosta – L’area di sosta, in posizione panoramica, è illuminata, dotata di C.S., attacchi luce e area coperta per pic-nic, a pochi passi dal centro paese e dal luogo ove si svolgono le manifestazioni. Questa è interamente riservata al nostro Club con possibilità di anticipare o posticipare la permanenza.
Museo della viticoltura – Il museo documenta, attraverso gli oggetti, le attrezzature ed i materiali usati da secoli, la dura vita, ma anche l’ingegnosità dei viticoltori della zona. Viene illustrato il ciclo di lavorazione della vite, dal dissodamento del terreno alla conservazione del vino.
Faro della Libertà – Alto 15 metri, ricorda i 600 partigiani dei 51 Comuni delle valli pinerolesi caduti nella lotta di Liberazione. Il monumento, dal cui terrazzo  si può ammirare uno stupendo panorama a 360°, si trova in un’area verde adiacente il Municipio. La visita notturna è molto suggestiva.
Compagnia dei Balestrieri di Roccapiatta – Il gruppo è composto da 14 balestrieri, 8 tamburini, 8 sbandieratori e 10 dame. Le balestre usate sono una fedele riproduzione delle armi da posta del 14°-16° secolo. Le frecce sono scagliate sul bersaglio da una distanza di 36 m.
All’aria aperta – Sentieri a piedi, cavallo e M.T.B
-         Sentiero dei partigiani
-         Sentiero storico-naturalistico di Roccapiatta
-         Percorso comunità montana pinerolese pedemontano
-         Percorso M.T.B.
-         Piste ciclabili
Il programma potrà subire variazioni non dipendenti dalla nostra volontà.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone, animali e cose durante la manifestazione.

Resoconto:

Equipaggi partecipanti n° 19, di cui 45 adulti + 10 bambini.
Il tempo nuvoloso, nebbioso e anche piovoso, ha limitato parecchio le passeggiate nei boschi e nei sentieri segnalati e pure la "tavolata"insieme sotto il sole, davanti ai camper, è saltata.
Note salienti:
Prarostino è un Comune collinare, formato da vari borghi, anche distanti dal principale Borgo San Bartolomeo; qui ha sede il Municipio, le chiese ed i cimiteri Valdesi e Cattolici, le scuole, l’abitato maggiore ed anche l’area di sosta per camper.
L’area sosta camper è nuovissima, inaugurata per le Olimpiadi invernali 2005, è molto bella ed in ottima posizione.
Le visite guidate al Museo della Viticoltura ed alla Taverna dei Balestrieri, sono state molto interessanti per le spiegazioni ed i filmati.
I boschi limitrofi hanno spinto gli audaci alla ricerca di funghi e molti altri alla raccolta di castagne, che sono di una qualità egregia: sembrano marroni.
La castagnata, improvvisata sabato dopo cena dal nostro esuberante Luca, ha visto tutti noi impegnati, chi a ravvivare il fuoco, chi a coprire con l’ombrello castagnaro e padella, chi al taglio delle bucce, chi a preparare il famoso vin brulè e tisana, e tutti a ripararci insieme sotto i due gazebi, durante un violento scroscio di pioggia. Comunque castagne e vino hanno rallegrato ottimamente la serata.
L’aperitivo del Club, di domenica, composto da salatini e pizzette, patatine e vari snack e innaffiato dall’apprezzato cocktail e bibite, ha visto la partecipazione di tutti i radunisti e delle Autorità locali, ai quali è andato il nostro ringraziamento per l’ospitalità ricevuta, una targa ricordo con lo stemma della nostra Associazione e un presente al’ A.I.B. Un grazie particolare all’Assessore Eros Rasetto, sempre presente e disponibile, che ha reso possibile questo raduno. 
Per pranzo, quasi tutti abbiamo assaporato la gustosa polenta con spezzatino e salsiccia,  preparata dalla Pro Loco.
La "Festa dell’Uva" ha visto in mattinata, causa pioggia dimezzare le bancarelle e le esposizioni; mentre al pomeriggio, con tempo migliore, i carri allegorici a tema hanno potuto sfilare e offrire a tutti i presenti caramelle, panini, biscotti, grappoli di uva e un buon bicchiere di vino.